INDAGINI SISMICHE A RIFLESSIONE

La tecnica sismica a riflessione è il metodo geofisico più largamente impiegato soprattutto nella ricerca di strutture geologiche e tettoniche. Essa determina con notevole dettaglio la profondità e la pendenza delle discontinuità geologiche; inoltre è l’unico metodo che permette di ottenere con la stessa precisione gli andamenti di stratificazioni sovrapposte, anche numerose ed a profondità molto diverse.

SISMICA A RIFLESSIONE AD ALTA RISOLUZIONE CON SORGENTE VIBROSEIS

Oltre alle tecniche tradizionali di acquisizione ed elaborazione dei dati sismici a riflessione, GeoExploration si è specializzata negli anni nell'applicazione di tecniche ad alta risoluzione con sorgenti vibrazionali

Con i vibroseis è possibile ottenere dati a maggiore risoluzione rispetto a sorgenti di tipo impulsionale (ad es. cannoncino sismico, esplosivo, massa battente). Obiettivi a poca profondità sono intercettabili con ottima risoluzione utilizzando alte frequenze sismiche, quindi la scelta della sorgente sismica che permetta d’inviare nel terreno segnali ad alta frequenza, risulta fondamentale. Per obiettivi profondi si utilizzano basse frequenze perché il terreno filtra superficialmente quelle alte, ma per rilievi a profondità di qualche centinaia di metri diviene molto interessante e importante l’impiego di segnali a medio-alta frequenza. I piccoli vibratori da noi utilizzati non sono invasivi e possono essere impiegati anche in ambito urbano.

Va sottolineato che il vibroseis è una sorgente d’energia a frequenza controllabile mentre le sorgenti impulsionali offrono uno spettro completo di frequenze. Siccome il terreno assorbe molte frequenze, il procedimento d’acquisizione dipende quindi dalla tipologia dei terreni presenti nell’area di studio. La possibilità di disporre di un segnale di riferimento inviato nel terreno chiamato sweep e rilevato sulla piastra energizzante, tramite i vibroseis ha un notevole vantaggio in fase di elaborazione dei dati. È quindi possibile conoscere e analizzare i segnali sismici specifici che si sono propagati nel sottosuolo.